L’autonomia elettrica

Misurare l’autonomia elettrica.

Fino a poco tempo fa, l’autonomia elettrica di un veicolo veniva misurata con il metodo di prova standardizzato per l’Europa: NEDC.
Tale metodo è stato sostituito dal «Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicle Test Procedure» (WLTP). L’autonomia di Corsa-e secondo il WLTP arriva fino a 337 km1. Naturalmente, l’autonomia massima nell’utilizzo quotidiano presenta delle differenze sia dai valori NEDC, sia dai valori WLTP. Fattori come le caratteristiche della strada, le condizioni meteorologiche, lo stile di guida o la presenza di carichi aggiuntivi influenzano l’autonomia del veicolo.

Il nuovo ciclo di guida WLTP prende in considerazione situazioni più aderenti alla realtà quotidiana rispetto allo standard NEDC, consentendo una stima più accurata dei consumi giornalieri.
 
Il WLTP comprende:

 

  • Dinamiche di guida e temperature esterne più realistiche
  • Maggiore distanza di prova
  • Velocità medie e massime più elevate
  • Tempi di attesa ridotti
  • Frenate e accelerazioni di maggiore intensità

 

Andare oltre.

Ottieni il massimo dal tuo veicolo elettrico scoprendo quali sono i fattori principali che ne condizionano l’autonomia e come agire di conseguenza. 

Velocità
La velocità è il fattore principale che condiziona l’autonomia. A una velocità costante di 130 km/h, l’autonomia di un veicolo elettrico al 100% si dimezza rispetto ai valori del WLTP.  
Stile di guida e geografia
Lo stile di guida ha un impatto notevole sui consumi. L’eco-driving è potenziato con i veicoli elettrici. Con accelerazioni fluide e usando la frenata rigenerativa si può risparmiare fino al 15% di autonomia.  
Comfort termico e riscaldamentio
La differenza di autonomia dovuta al riscaldamento può variare fino al 35% tra primavera e inverno. Pre-climatizzare l’auto è una delle strategie più efficaci per aumentare l’autonomia d’inverno. 
Autonomia (combinato) da 313 km a 349 km (in base alle opzioni equipaggiate). L’autonomia e i valori di consumo elettrico indicati rispettano la procedura di prova WLTP, in base alla quale vengono omologati i nuovi veicoli a partire dal 1° settembre 2018. Potrebbero variare a seconda delle condizioni di utilizzo reali e di diversi fattori, tra cui: velocità, comfort termico a bordo del veicolo, stile di guida e temperatura esterna.